Servizi minimi previsti dal Bando

Per i servizi regolamentati da AGCom, le condizioni tecniche ed economiche non espressamente indicate nel presente Listino dei servizi wholesale offerti dal RTI sono quelle indicate:

  • nella delibera n. 110/21/CONS, e sue successive integrazioni, per i servizi di Unbundling della fibra ottica (pay per use full-GPON, semi-GPON);
  • nelle specifiche Offerte di Riferimento di TIM approvate da AGCom di cui alla seguente Tabella 1, per tutti gli altri servizi regolamentati.

 

Servizi minimi previsti dal Bando

  1. Accesso alle infrastrutture di posa e alle tratte in adduzione;
  2. Accesso alla fibra spenta in rete primaria e secondaria, al segmento di terminazione e alla fibra end-to-end;
  3. Unbundling della fibra ottica (pay per use full-GPON, semi-GPON);
  4. Accesso alle infrastrutture di posa e alla fibra ottica di backhauling;
  5. Co-locazione al PoP (Point of Presence) ed altri servizi accessori;
  6. Servizio VULA (su rete FTTH);
  7. Servizio Bitstream (su rete FTTH).

Per i servizi ABD, E, F e G, le condizioni tecniche ed economiche di fornitura che verranno applicate sono riportate rispettivamente nel punto. 4 e nel punto 5.

Per ulteriori approfondimenti, e per una descrizione dettagliata dei servizi, è possibile consultare le relative Offerte di Riferimento di TIM nella sezione Servizi del Portale Wholesale.

Per facilità di lettura, si richiamano di seguito i profili di accesso FTTH Z6 e Z7 offerti da TIM nell’ambito dei servizi VULA (servizio F) e Bitstream NGA (servizio G):

Profilo di accesso

Velocità

Categoria

Down

Up

Z6(1)

1.000 Mbit/s

100 Mbit/s

FTTH Consumer

Z7

1.000 Mbit/s

500 Mbit/s

FTTH Business

(1) Profilo opzionale offerto solo su richiesta.

 

1. Unbundling della fibra ottica (pay per use full-GPON, semi-GPON) – Breve descrizione

Il collegamento semi-GPON (o “accesso semi-GPON”) consente di fornire all’Operatore il collegamento passivo FTTH tra l’armadio stradale ed il proprio cliente finale mediante una Rete Locale di Accesso in Fibra Ottica FTTH composta da strutture con topologia ad albero, ognuna con fattore di splitting ottico complessivo pari a 1:64.

L’architettura semi-GPON prevede due livelli di splitting in cascata, posizionati entrambi all’interno del CRO, il primo con rapporto di splitting 1:4 ed il secondo 1:16.

In particolare, ogni albero semi-GPON prevede, presso il CRO, una singola fibra ottica in rete primaria in ingresso al CRO e fino a 64 fibre ottiche in rete secondaria in uscita dal CRO. La singola fibra ottica in rete secondaria è dedicata al singolo cliente finale e delimitata ad un estremo dal diramatore ottico passivo, denominato Splitter Secondario, collocato presso il CRO e all’altro estremo dalla morsettiera di attestazione al ROE.

La catena impiantistica coinvolta nella fornitura del servizio al cliente finale è la seguente:

  • Borchia ottica presso la sede del cliente finale;
  • Raccordo di abbonato in fibra ottica (anche definito Segmento di Terminazione o SdT);
  • Porta della morsettiera di attestazione del SdT al Raccordo Ottico di Edificio (ROE);
  • ROE;
  • Infrastrutture di posa in rete secondaria e in adduzione;
  • Cavi in fibra ottica in rete secondaria;
  • Morsettiera presso il CRO dove si attestano le fibre ottiche punto-punto verso il ROE;
  • Splitter secondari all’interno del CRO (1 o 4 splitter dedicati all’Operatore);
  • Splitter primari all’interno del CRO (1 dedicato all’Operatore);
  • Armadio (Cabinet) Ripartitore Ottico (CRO).

Se il collegamento semi-GPON è rilegato ad una fibra ottica primaria di TIM, fornita in modalità “pay per use”, tale collegamento rappresenta un collegamento “full-GPON”.

La consegna dell’accesso semi-GPON avviene presso un pozzetto adiacente al CRO dove è presente il raccordo con lo splitter primario dedicato all’Operatore. L’Operatore prolunga tale raccordo al proprio pozzetto all’interno del quale effettua l’interconnessione con la propria fibra ottica primaria.

L’accesso alle condizioni economiche “pay per use” dell’unbundling della fibra ottica è sottoposto a studio di fattibilità preventivo, su specifica richiesta dell’Operatore acquirente, con cui si valuta la ragionevolezza e la fattibilità tecnica della fornitura del servizio per lo specifico cabinet ottico coinvolto, tenendo conto del numero di linee attive del cabinet e dei clienti serviti sullo stesso e gestiti dall’Operatore richiedente.

Le condizioni tecniche ed economiche di fornitura che verranno applicate sono riportate rispettivamente nei punti 4 e 5.

 

2 . Punti di consegna dei Servizi minimi previsti dal Bando

I punti di consegna dei servizi di Unbundling della fibra ottica sono i seguenti:

  • per il servizio semi-GPON: i CRO installati per coprire i civici previsti dal Bando;
  • per il servizio full-GPON: le sedi OLT di attestazione dei CRO di cui al punto precedente.

Per i restanti servizi minimi previsti dal Bando, i punti di consegna sono quelli previsti dalle rispettive Offerte di Riferimento di TIM riportate nella seguente Tabella 1:

Servizio

Riferimento tecnico

Accesso alle infrastrutture di posa in rete primaria, secondaria e in adduzione (nuova realizzazione o esistenti)

Offerta di Riferimento di TIM 2019-2020 approvata con delibera n. 284/20/CIR

Accesso alla fibra spenta in rete primaria e secondaria

Offerta di Riferimento di TIM 2019-2020 approvata con delibera n. 284/20/CIR

Accesso disaggregato alla fibra ottica (c.d. accesso end to end P2P)

Offerta di Riferimento di TIM 2019-2020 approvata con delibera n. 284/20/CIR

Unbundling della fibra ottica (pay per use full-GPON, semi-GPON, ove tecnicamente possibili e su richiesta)

Delibera n. 110/21/CONS

Co-locazione al PoP (Point of Presence) ed altri servizi accessori

Offerta di Riferimento di TIM 2019-2020 approvata con delibera n. 284/20/CIR

Accesso alle infrastrutture di posa di backhauling

Offerta di Riferimento di TIM 2019-2020 approvata con delibera n. 284/20/CIR

Accesso alla fibra spenta di backhauling

Offerta di Riferimento di TIM 2019-2020 approvata con delibera n. 284/20/CIR

Accesso al segmento di terminazione in fibra ottica

Offerta di Riferimento di TIM 2019-2020 approvata con delibera n. 284/20/CIR

Servizio VULA (su rete FTTH)

Offerta di Riferimento di TIM 2019-2020 approvata con delibera n. 285/20/CIR

Servizio Bitstream (su rete FTTH)

Offerta di Riferimento di TIM 2019-2020 approvata con delibera n. 286/20/CIR

Servizio Bitstream di trasporto Ethernet su rete FTTH  –  (Riferimento alla banda Ethernet NGA di primo e di secondo livello, escluso trasporto Long Distance)

Offerta di Riferimento di TIM 2019-2020 approvata con delibera n. 286/20/CIR

Tabella 1 – Set minimo di servizi di accesso all’ingrosso offerti dal Beneficiario

 

3 .Migliorie ai Servizi minimi previsti dal Bando

Si riportano di seguito le migliorie tecniche ai servizi minimi previsti dal Bando e le relative descrizioni. Le migliorie economiche sono evidenziate nella Tabella 3  del Punto 5.

 

3.1 Profilo FTTH GPON simmetrico 1G/1G per i servizi VULA e Bitstream NGA

Per i servizi VULA e Bitstream NGA, il profilo FTTH Simmetrico ad almeno 1 Gbit/s è ottenibile dagli Operatori attraverso opportuna limitazione di banda dei profili asimmetrici Z9 (2,5G/1G) e X1 (10G/2G), nonché attraverso il profilo X2 (10G/10G).

TIM intende comunque introdurre il seguente ulteriore profilo di accesso FTTH, in tecnologia GPON, per i servizi VULA e Bitstream NGA:

Profilo di accesso

Velocità

Categoria

Down

Up

Z10

1.000 Mbit/s

1.000 Mbit/s

FTTH Consumer

 

Condizioni tecniche: l’accesso con profilo Z10 viene offerto alle stesse condizioni tecniche dei servizi VULA e Bitstream NGA riportate in Tabella 2  del Punto 4.

Condizioni economiche: per l’accesso con profilo Z10 si applicano le condizioni economiche dei servizi VULA e Bitstream NGA riportate in Tabella 3 del Punto 5, con il canone mensile relativo alla categoria “FTTH Consumer”.

 

3.2 Profili FTTH GPON asimmetrici 1G/300M e 2,5G/1G per i servizi VULA e Bitstream NGA

Profilo di accesso

Velocità

Categoria

Down

Up

Z8

1.000 Mbit/s

300 Mbit/s

FTTH Consumer

Z9

2.500 Mbit/s(2)

1.000 Mbit/s

FTTH Consumer

(2)La velocità indicata si riferisce al Nominal Line Rate della tecnologia GPON. La massima velocità netta Ethernet, considerando gli overheads protocollari, è di circa 2.300 Mbit/s.

I profili FTTH GPON asimmetrici Z8 (velocità download 1 Gbit/s e upload 300 Mbit/s) e Z9 (velocità download 2,5 Gbit/s e upload 1 Gbit/s) per i servizi VULA e Bitstream NGA sono già disponibili a partire rispettivamente dal 18 agosto 2021 (profilo Z8 approvato da AGCom con determina n. 4/21/DRS) e dal 4 febbraio 2022 (profilo Z9 approvato da AGCom con determina n. 11/21/DRS), e rappresentano un’evoluzione dei profili di accesso presenti nell’Offerta di Riferimento di TIM 2019-2020 approvata con delibera n. 286/20/CIR. Il profilo Z8, in grado di garantire almeno 200 Mbit/s in upload nell’ora di punta (come da previsione del Piano e dei Bandi), sarà sempre disponibile per l’Operatore che ne faccia richiesta.

Condizioni tecniche: gli accessi con profilo Z8 e Z9 vengono offerti alle stesse condizioni tecniche dei servizi VULA e Bitstream NGA riportate in Tabella 2 del Punto 4.

Condizioni economiche: per gli accessi con profilo Z8 e Z9 si applicano le condizioni economiche dei servizi VULA e Bitstream NGA riportate in Tabella 3  del Punto 5, con il canone mensile relativo alla categoria “FTTH Consumer”.

 

3.3 Profili FTTH XGS-PON 10G/2G e 10G/10G per i servizi VULA e Bitstream NGA

TIM intende introdurre i seguenti profili di accesso FTTH in tecnologia XGS-PON per i servizi VULA e Bitstream NGA:

Profilo di accesso

Velocità

Down

Up

X1

10 Gbit/s3

2 Gbit/s

X2

10 Gbit/s3

10 Gbit/s3

(3)  La velocità indicata si riferisce al Nominal Line Rate della tecnologia XGS-PON. La massima velocità netta Ethernet, considerando gli overheads protocollari, è di circa 8.500 Mbit/s.

Il profilo X1 è già stato approvato da AGCom (cfr. delibera n. 2/22/CIR), ed è in campo dal 23 settembre 2022.

Per il profilo X2, TIM intende richiedere apposita approvazione AGCom per poterlo introdurre in campo.

 

Condizioni tecniche ed economiche:

  • Profilo X1:
    • Condizioni tecniche: gli accessi con profilo X1 vengono offerti alle stesse condizioni tecniche dei servizi VULA e Bitstream NGA riportate in Tabella 2 del Punto 4;
    • Condizioni economiche: il contributo di attivazione, pari a quello dei servizi VULA e Bitstream NGA, e il canone mensile sono riportati in Tabella 3 del Punto 5;
  • Profilo X2
    • condizioni tecniche e canone mensile da sottoporre ad approvazione AGCom. Il contributo di attivazione sarà pari a quello dei servizi VULA e Bitstream NGA riportato in Tabella 3 del Punto 5.

 

4. Condizioni tecniche di fornitura

Le condizioni tecniche di fornitura dei servizi offerti sono riportate nella seguente Tabella 2.

Servizio

SLA di provisioning

SLA di assurance

Accesso alle infrastrutture di posa in rete primaria, secondaria e in adduzione (nuova realizzazione o esistenti)

30 giorni lavorativi

(100% dei casi)

24 ore

(100% dei casi)

Accesso alla fibra spenta in rete primaria e secondaria

40 giorni lavorativi

(100% dei casi)

24 ore

(100% dei casi)

Accesso disaggregato alla fibra ottica (c.d. accesso end to end P2P)

40 giorni lavorativi

(100% dei casi)

24 ore

(100% dei casi)

Unbundling della fibra ottica (pay per use full-GPON, semi-GPON, ove tecnicamente possibili e su richiesta)

19 giorni solari

(100% dei casi)

3 giorni lavorativi

(100% dei casi)

Co-locazione al PoP (Point of Presence) ed altri servizi accessori

90 giorni lavorativi

(100% dei casi)

12 ore lavorative

(100% dei casi)

Accesso alle infrastrutture di posa di backhauling

30 giorni lavorativi

(100% dei casi)

Entro 24 ore

(100% dei casi)

Accesso alla fibra spenta di backhauling

60 giorni lavorativi

(100% dei casi)

Entro 24 ore

(100% dei casi)

Accesso al segmento di terminazione in fibra ottica

19 giorni solari

(100% dei casi)

3 giorni lavorativi

(100% dei casi)

Servizio VULA (su rete FTTH)

Servizio Bitstream (su rete FTTH)

20 giorni solari

(100% dei casi)

32 ore solari

(100% dei casi)

Servizio Bitstream di trasporto Ethernet su rete FTTH

30 giorni lavorativi

(100% dei casi)

32 ore solari

(100% dei casi)

Tabella 2 – Condizioni tecniche di fornitura per i servizi minimi previsti dal Bando

 

4.1 Penali per i servizi minimi previsti dal bando

Per gli SLA di provisioning e di assurance dei servizi di Unbundling della fibra ottica (pay per use full-GPON, semi-GPON) di cui alla Tabella 2, le penali sono quelle di seguito riportate:

 

  • Penale per lo SLA di provisioning:

Ritardo rispetto allo SLA provisioning (a)

  • Ritardo ≤ 3 giorni lavorativi rispetto allo SLA: 5,00 Euro/giorno;
  • Ritardo > 3 giorni lavorativi e ≤ 10 giorni lavorativi rispetto allo SLA: 10,00 Euro/giorno;
  • Ritardo > 10 giorni lavorativi rispetto allo SLA: 15,00 Euro/giorno.

(a) Per il calcolo della penale bisogna considerare che se il numero di giorni lavorativi di ritardo, g, ricade nella fascia i (con i = 1, 2, 3), la penale corrispondente è calcolata come:

  • p = g × p1, nel caso di fascia 1 (p1 = 5,00 Euro);
  • p = 3 × p1 + (g – 3) × p2, nel caso di fascia 2 (p2 = 10,00 Euro);
  • p = 3 × p1 + p2 × 7 + (g – 10) × p3, nel caso di fascia 3 (p3 = 15,00 Euro).

Ad esempio, nel caso di 7 giorni lavorativi di ritardo la penale corrispondente è p = 3 × 5,00 + 4 × 10,00 = 55,00 Euro, mentre nel caso di 12 giorni lavorativi di ritardo la penale corrispondente è p = 3 × 5,00 + 7 × 10,00 + 2 × 15,00 = 115,00 Euro.

 

  • Penale per lo SLA di assurance:

Ritardo rispetto allo SLA di assurance (b)

  • Ritardo ≤ 3 giorni lavorativi rispetto allo SLA: 7,50 Euro/giorno;
  • Ritardo > 3 giorni lavorativi e ≤ 10 giorni lavorativi rispetto allo SLA: 12,50 Euro/giorno;
  • Ritardo > 10 giorni lavorativi rispetto allo SLA: 17,50 Euro/giorno.

(b) Per il calcolo della penale bisogna considerare che se il numero di giorni lavorativi di ritardo, g, ricade nella fascia i (con i = 1, 2, 3), la penale corrispondente è calcolata come:

  • p = g × p1, nel caso di fascia 1 (p1 = 7,50 Euro);
  • p = 3 × p1 + (g – 3) × p2, nel caso di fascia 2 (p2 = 12,50 Euro);
  • p = 3 × p1 + p2 × 7 + (g – 10) × p3, nel caso di fascia 3 (p3 = 17,50 Euro).

Ad esempio, nel caso di 7 giorni lavorativi di ritardo la penale corrispondente è p = 3 × 7,50 + 4 × 12,50 = 72,50 Euro, mentre nel caso di 12 giorni lavorativi di ritardo la penale corrispondente è p = 3 × 7,50 + 7 × 12,50 + 2 × 17,50 = 145,00 Euro.

Le suddette penali saranno eventualmente adeguate in esito al procedimento di cui alla delibera n. 110/21/CONS.

Per gli SLA di provisioning e di assurance di tutti gli altri servizi regolamentati di cui alla Tabella 2, le corrispondenti penali (valori economici e processo di richiesta e consuntivazione) sono quelle previste nelle specifiche Offerte di Riferimento di TIM di cui alla Tabella 1. Le stesse penali si applicano anche con riferimento ai nuovi profili di accesso, descritti ai punti. 3.13.2  3 3, per i servizi VULA e Bitstream NGA.

 

5. Condizioni economiche di fornitura

Le condizioni economiche dei servizi offerti sono riportate nella seguente Tabella 3.  Il prezzo migliorativo rispetto a quanto previsto dal Bando è indicato con specifica nota.

Servizio

IRU/Canoni

Contributi una tantum

Accesso alle infrastrutture di posa in rete primaria, secondaria e in adduzione  (nuova realizzazione o esistenti)

IRU 15 anni:

  • 7,11 Euro/metro/minitubo – (Infrastruttura sotterranea)
  • 3,96 Euro/metro/minitubo – (Infrastruttura aerea)
  • 377,19 Euro/tratta/minitubo – (Infrastruttura di adduzione)

Attivazione:

  • 397,40 Euro (per tratta)

Studio di Fattibilità:

  • 278,00 Euro

Accesso alla fibra spenta in rete primaria e secondaria

IRU 15 anni:

  • 2.484,50 Euro – (rete primaria)
  • 1.563,21 Euro – (rete secondaria)

Canone mensile:

  • 25,14 Euro/mese (rete primaria)
  • 15,82 Euro/mese (rete secondaria)

Attivazione:

  • 397,40 Euro (per tratta)

Attivazione presso il PTO in campo:

  • 1.074,53 Euro

Studio di Fattibilità:

  • 278,00 Euro

Accesso disaggregato alla fibra ottica – (c.d. accesso end to end P2P)

Canone mensile:

  • 43,76 Euro/mese

Attivazione:

  • 397,40 Euro (per tratta)

Studio di Fattibilità:

  • 278,00 Euro

Unbundling della fibra ottica

(pay per use full-GPON, semi-GPON, ove tecnicamente possibili e su richiesta 4)

Accesso su semi-GPON – Canone mensile:

  • dal 2022 al 2029: 10,40 Euro/mese 5

Accesso su full-GPON – Canone mensile:

  • 11,63 Euro/mese

Attivazione:

  • 73,53 Euro

Co-locazione al PoP (Point of Presence) ed altri servizi accessori

Affitto spazi:

  • 113,71 Euro/m2

Servizi facility management:

  • 20,36 Euro/m2

Servizi di security:

  • 5,00 Euro/m2

Costo unitario dell’energia: secondo Offerta di Riferimento vigente di TIM

Costo impianti di energia per modulo 1 kW di potenza:

  • 1.101,94 Euro/anno

Climatizzazione 1 kW costo impianti:

  • 100,20 Euro/anno

Accesso alle infrastrutture di posa di backhauling

IRU 15 anni:

  • 7,11 Euro/metro

Aggiornamento cartografico:

  • 397,40 Euro

Studio di Fattibilità:

  • 219,11 Euro

Accesso alla fibra spenta di backhauling

Coppia di fibre ottiche:

IRU 15 anni:

  • 1,61 Euro/metro

Canone annuo:

  • 0,20 Euro/metro/anno

Aggiornamento cartografico:

  • 469,20 Euro

Studio di Fattibilità:

  • 219,11 Euro

Accesso al segmento di terminazione in fibra ottica

Canone mensile:

  • 2,80 Euro/mese

Attivazione:

  • 73,53 Euro

Servizio VULA (su rete FTTH)

Servizio Bitstream (su rete FTTH)

Canone mensile:

Accesso GPON FTTH Consumer (profili Z6, Z8, Z9, Z10):

  • 15,20 Euro/mese

Accesso GPON FTTH Business (profilo Z7):

  • 46,61 Euro/mese

Accesso XGS-PON FTTH (profilo X1):

  • 17,65 Euro/mese

Accesso XGS-PON FTTH (profilo X2): secondo approvazione AGCom

Attivazione:

  • 69,76 Euro

Servizio bitstream di trasporto Ethernet su rete FTTH 6

  • CoS 0: 20,59 Euro/Mbps/anno
  • CoS 1: 23,73 Euro/Mbps/anno
  • CoS 2: 24,96 Euro/Mbps/anno
  • CoS 3: 26,21 Euro/Mbps/anno
  • CoS 5: 28,83 Euro/Mbps/anno
  • CoS 6: 26,21 Euro/Mbps/anno

 

(4)L’accesso alle condizioni economiche “pay per use” dell’unbundling della fibra ottica è sottoposto a studio di fattibilità preventivo, su specifica richiesta dell’Operatore acquirente, con cui si valuta la ragionevolezza e la fattibilità tecnica della fornitura del servizio per lo specifico cabinet ottico coinvolto, tenendo conto del numero di linee attive del cabinet e dei clienti serviti sullo stesso e gestiti dall’Operatore richiedente.
(5) Prezzo migliorativo rispetto a quello previsto dal Bando.
(6) Si fa riferimento alla banda Ethernet NGA di primo e di secondo livello (escluso trasporto Long Distance). Il prezzo è la somma dei canoni di trasporto di primo e di secondo livello.

Tabella 3 – Condizioni economiche di fornitura per i servizi minimi previsti dal Bando